FISM – NOI, BENE COMUNE – NEL GIOCO E NELLO STUDIO

ENTE: FISM – Federazione Italiana Scuole Materne

TITOLO PROGETTO: NOI, BENE COMUNE – NEL GIOCO E NELLO STUDIO

Numero dei giovani da impegnare nel progetto, in provincia: 1

SEDE DI ATTUAZIONE PROGETTO:

Sedi di attuazione progetto Indirizzo n. posti
SCUOLA INFANZIA PRIMAVERA DI GESU’ via Veclezio 13/d

FORLI’ (FC)

1

 

SETTORE DI INTERVENTO: Educazione e promozione culturale, paesaggistica, ambientale, del turismo sostenibile e sociale e dello sport

DURATA PROGETTO: 9 mesi

MONTE ORE PREVISTO: 80 mensili

RIMBORSO MENSILE:€ 439,50

 

REFERENTE PER INFORMAZIONI:

Davide Briccolani – segreteria@fismemiliaromagna.it

Orari: dal lunedì al venerdì dalle 9.30 alle 12.30; martedì e giovedì pomeriggio dalle 15.30 alle 17.30. 

SITO WEB: https://scu.fism.bo.it/

VAI ALLA RICERCA
 
CONTATTACI

 

Categoria:

Descrizione

  • SETTORE DI INTERVENTO: 
    Educazione e promozione culturale, paesaggistica, ambientale, del turismo sostenibile e sociale e dello sport

  • AREA DI INTERVENTO:
    Attività di tutoraggio scolastico

  • SINTESI DEL PROGETTO:

    Il progetto si svolge principalmente nei servizi federati FISM che vanno da asili nido a scuole superiori, ma coinvolge anche servizi educativi di doposcuola, presso tali sedi e in quelle dell’Ente coprogettante A.P.E.
    In 9 mesi di servizio si vogliono aiutare i bambini inseriti nei contesti ad avere uno sguardo in più su di loro per poter crescere e sostenere i giovani volontari nel loro percorso di crescita e ricerca individuale, mettendosi alla prova nelle realtà educative e scolastiche.

  • OBIETTIVI DEL PROGETTO:

    Supporto all’inserimento scolastico – Nei servizi educativi/scolastici permettere ai minori una maggiore attenzione alla loro specificità. Nei servizi extrascolastici e di doposcuola permettere offrire un ambiente sereno, accogliente e costruttivo ai minori. Sviluppare nei ragazzi il senso di responsabilità nei confronti degli ambienti, delle persone e dei contesti di vita. Stimolare la corresponsabilità educativa tra scuola e famiglia. Prevenire le situazioni di disagio riscontrate nei servizi supportando la scuola e la famiglia nel compito educativo.

     

  • ATTIVITÀ’ DEL PROGETTO:

    Prima attività dei volontari è l’osservazione del contesto, dell’equipe, del gruppo di minori e delle attività proposte loro, confrontandosi con il personale per capirne la portata educativa. I volontari, nello svolgimento dei compiti loro assegnati, parteciperanno alle attività della sezione/classe: entreranno in relazione con i bambini, accompagnandoli nelle routine quotidiane, nella cura personale e sostenendo gli educatori e insegnanti nelle attività proposte al gruppo. Qualora fosse necessario e se ne vedesse l’opportunità potrà sostenere il bambino con studio individuale o a piccoli gruppi.
    Nei servizi di doposcuola aiuteranno a garantire ai bambini aiuto e assistenza nello svolgimento dei compiti e nello studio individuale o a piccoli gruppi.
    Nei servizi extrascolastici aiuteranno a garantire ai bambini la frequenza di attività educative e progettuali integrate a quelle scolastiche.
    I volontari, nello svolgimento dei compiti loro assegnati, entreranno in relazione con i bambini, e potranno dar vita a momenti di attività didattico – educative, laboratoriali anche eventualmente accompagnandoli nelle uscite didattiche o nelle vacanze studio. Rientra in queste attività anche l’eventuale supporto all’accompagnamento scolastico con piedibus o pulmini (non alla guida) e la partecipazione ad eventuali campi scuola e servizi organizzati in periodi di chiusura delle scuole.
    Grazie ad abilità e capacità specifiche dei volontari, sarà possibile realizzare attività aggiuntive. Le mansioni vengono svolte sempre in collaborazione con il personale di riferimento che affianca i volontari.
    Pian piano sarà possibile, organizzare attività e laboratori in base alle caratteristiche e abilità mostrate
    Nelle attività di classe o sezione o nei momenti di doposcuola o extrascolastici, il volontario potrà aiutare i bambini/ragazzi ad assumere piccoli compiti di responsabilità, aiutando e sostenendolo all’inizio. Dal cameriere nelle sezioni dei piccoli al responsabile di un gruppo tra i più grandi
    I volontari impareranno a conoscere le dinamiche legate ai diversi momenti scolastici.
    I volontari impareranno anche a conoscere la struttura e l’organizzazione scolastica con alcune ore di affiancamento alla segreteria per capire come l’istituzione scuola può essere al servizio della famiglia.
    I volontari impareranno a conoscere le dinamiche relazionali con i diversi genitori e potranno supportare gli insegnanti in alcuni colloqui con i genitori.
    I volontari impareranno a costruire un rapporto di fiducia reciproca con le famiglie e supporteranno il personale in attività di incontri per genitori.

Informazioni aggiuntive

Comune

Educazione e Promozione Culturale

Torna in cima