ASS. COMUNITA’ PAPA GIOVANNI XXIII – 2020 UN ANNO DA SBALLO

ENTE: ASS. COMUNITA’ PAPA GIOVANNI XXIII

TITOLO PROGETTO: 2020 UN ANNO DA SBALLO

Numero dei giovani da impegnare nel progetto: 6

SEDI DI SVOLGIMENTO:

Codice Sede Denominazione Indirizzo Comune N. posti con Vitto N. posti Totale
172389 COMUNITA’ TERAPEUTICA MADONNA DEGLI ULIVI VIA SAN CARLO, 2181 Cesena (FC) 1 1
172386 COMUNITA’ TERAPEUTICA DURAZZANINO VIA RAVEGNANA, 499 FORLÌ 1 1
172388 COMUNITA’ TERAPEUTICA FORNO’ VIA DEL SANTUARIO, 22 FORLÌ 1 1
172392 COMUNITA TERAPEUTICA S. LUIGI VIA BALIGNANO, 1040 LONGIANO 1 1
172379 CENTRO RESIDENZIALE DI ACCOGLIENZA MAIOLO VIA CAVALLARA, 344 MAIOLO 1 1
172398 COMUNITA’ TERAPEUTICA TRARIVI VIA CA’ GAMBUTO, 18 MONTESCUDO-MONTE COLOMBO 1 1

 

DURATA PROGETTO: 12 mesi

MONTE ORE PREVISTO: 1145

RIMBORSO MENSILE: € 439, 50

PER INFORMAZIONI:

Recapiti telefonici: 0541 972477 E-mail: odcpace@apg23.org
SITO WEB: serviziocivile.apg23.org

VAI ALLA RICERCA
 
CONTATTACI

 

Descrizione

  • SETTORE DI INTERVENTO: 
    Assistenza

  • AREA DI INTERVENTO:
    Adulti e terza età in condizioni di disagio

  • OBIETTIVI DEL PROGETTO:

    Garantire un percorso rieducativo nelle 6 comunità terapeutiche a progetto per 88 utenti, che porti a un contrasto della dipendenza, a un reinserimento sano in società e a una riduzione della possibile ricaduta nella dipendenza.

  • ATTIVITÀ DEL PROGETTO:

    I volontari, in affiancamento agli operatori dell’ente, verranno coinvolti nelle seguenti attività:
    – valutazione in equipe dei bisogni e degli obiettivi dei destinatari;
    – partecipazione a riunioni di condivisione e confronto con operatori e utenti per conoscere le modalità di intervento con i destinatari e metterle in pratica e partecipazione a momenti terapeutici di gruppo in cui vengono utilizzate tecniche terapeutiche specifiche per aumentare la consapevolezza della dipendenza;
    – partecipazione all’organizzazione e alla gestione delle responsabilità e dei ruoli interni alla casa per aiutare gli utenti a riappropriarsi di norme di interazione sociale e convivenza civile;
    – organizzazione e partecipazione ad attività sportive, momenti di svago, uscite e soggiorni estivi intesi come occasioni di relazione e conoscenza degli utenti;
    – accompagnamento degli utenti a visite ed appuntamenti medici per supportarli nella gestione dell’ambito sanitario;
    – preparazione e realizzazione di attività ergoterapiche sia all’interno della struttura sia presso aziende esterne per stimolare gli utenti ad un apprendimento progressivo di nuovi strumenti pratici: attività di ortoterapia, manutenzione degli spazi della casa, attività di falegnameria, assemblaggio, blisteraggio e cura del verde;
    – attività di prevenzione e sensibilizzazione del territorio tramite la realizzazione di incontri nelle scuole e nelle università (preparazione dei materiali, distribuzione dei questionari ai partecipanti, compilazione di schede di valutazione), la realizzazione di un open day in struttura (allestimento della struttura, organizzazione di attività di conoscenza, gestione della visita di esterni) e l’accoglienza di gruppi esterni quali associazioni, parrocchie, scout e scuole;
    – valutazione conclusiva del percorso svolto e analisi dei risultati raggiunti.

    Per approfondire le attività sulle sedi italiane consultare il punto 9.3 del progetto completo.

scheda sintetica

Informazioni aggiuntive

Comune

, , ,

Assistenza

Torna in cima