CONSORZIO DI SOLIDARIETÀ SOCIALE Forlì Cesena – AL TUO FIANCO

ENTE: CONSORZIO DI SOLIDARIETÀ SOCIALE Forlì- Cesena

TITOLO PROGETTO: AL TUO FIANCO

Numero dei giovani da impegnare nel progetto: 5

SEDI DI SVOLGIMENTO:

Codice Sede Denominazione Indirizzo Comune N.posti con Vitto N.posti Totale
169002 Paolo Babini – Diversamente Bottega Corso della Repubblica, 136 Forlì (FC) 0 1
169001 Paolo Babini – Cucina Villaggio Via Andrea Dragoni, 75/M Forlì (FC) 1 1
169005 Paolo Babini – Piada 52 Via Andrea Dragoni, 52 Forlì (FC) 2 2
168988 L’Accoglienza – Terzo Tempo Caffè Via Antonio Pigafetta, 19 Forlì (FC) 1 1

DURATA PROGETTO: 12 mesi

MONTE ORE PREVISTO: 1145

RIMBORSO MENSILE: € 439, 50

REFERENTE PER INFORMAZIONI:

Nome e Cognome: Raffaella Paganelli
Recapiti telefonici: 0543/28383  E- mail: youth@cssforli.it
SITO WEB: www.cssforli.it

SITO WEB www.cssforli.it

VAI ALLA RICERCA
 
CONTATTACI

 

Categoria:

Descrizione

  • SETTORE DI INTERVENTO: 
    Assistenza

  • AREA DI INTERVENTO:
    Altri soggetti in condizione di disagio o di esclusione sociale

  • SINTESI DEL PROGETTO: 

  • OBIETTIVI DEL PROGETTO:

    L’obiettivo del presente progetto è quello di potenziare l’accompagnamento delle persone che manifestano un disagio psico-sociale in percorsi tendenti all’acquisizione e alla crescita dell’autonomia in vista di una piena inclusione sociale. Grazie al coinvolgimento dei giovani in servizio civile, si andrà a sviluppare la capacità dei servizi a loro dedicati sia per quanto riguarda il numero di persone coinvolte e di attività ad hoc proposte, ma soprattutto connotando questi servizi di un forte orientamento alla relazione, alla socialità e all’interazione con la comunità.

  • ATTIVITÀ DEL PROGETTO:

    Il periodo di accoglienza coprirà indicativamente il primo mese, a seconda delle competenze tecniche e relazionali del giovane coinvolto. Durante la prima settimana di servizio partirà il primo modulo della formazione specifica attraverso il quale l’operatore volontario potrà iniziare a comprendere l’identità e la specificità della struttura in cui è inserito e il suo funzionamento, nonché conoscere tutti i servizi che questa svolge e progetti in atto e venire in contatto con tutto il personale. Durante il periodo di accoglienza, l’operatore volontario verrà affiancato per l’intero orario di servizio dal suo OLP (Operatore Locale di Progetto) o dal coordinatore della struttura che mostrerà nel dettaglio le mansioni e le attività che dovrà svolgere, avendo cura di verificarne la comprensione e il progressivo apprendimento delle nozioni necessarie per svolgere i compiti assegnati. Il formatore specifico si preoccuperà di fornire tutto il materiale e la documentazione necessaria per supportare il processo di apprendimento e farà dei momenti di verifica e supporto individuale con ciascun operatore volontario per valutare assieme le aree di conoscenza su cui è necessario soffermarsi maggiormente. L’OLP farà anche una verifica settimanale sull’andamento dell’inserimento attraverso un colloquio e monitorando le reazioni e le dinamiche relazionali del giovane con persone con disagio. Progressivamente, verranno concordati alcuni momenti di gestione autonoma da parte del giovane di alcuni compiti/attività assegnati, che andranno aumentando a seconda dell’esito dei successivi colloqui di verifica.

scheda sintetica

Informazioni aggiuntive

Comune

Assistenza

Torna in cima